In caso di terremoto ricorda di prendere l’anello di fidanzamento

Foto 20-02-13 10 55 45Il terremoto è un essere maledetto. Arriva quando meno te lo aspetti, ti sorprende quando sei più tranquillo, rilassato; magari mentre commenti Sanremo con la tua famiglia, spalle al camino, fronte alla tv.

E’ talmente maledetto, che l’ultima cosa riesci a realizzare in quei pochi, lunghissimi secondi è che c’è un terremoto: ti ha talmente fregato da non darti il tempo di pensare, ti ha lasciato solo l’istinto di base che porta gli uomini a fare gruppo.

E così, mentre lui butta giù cianfrusaglie, libri, vasi e bicchieri nemmeno fosse Gordon Ramsay, nella tua immobilità realizzi che sta succedendo qualcosa. Cosa, di preciso, ancora non riesci a metterlo a fuoco, ma il pavimento sotto ai piedi si muove, e di questo te ne rendi conto.

Foto 17-02-13 18 32 17

Quando lui si calma dopo aver crepato anche qualche muro, visto che tritare solo porcellane era troppo scontato, troppo da moglie tradita che tira piatti o da suocera con la crisi da “rinnoviamo qualcosa”, istinto e ragione si incontrano, abbandoni finalmente il tuo stato di ebete e realizzi che devi fare una sola, semplicissima cosa: scappare.

 

Non c’è nulla di più comprensibile: prima che succeda di peggio esci di corsa da casa. E’ logico.

E qui viene il bello.

Come faccio a scappare da casa… senza il telefonino? E le chiavi della macchina, certo! Però fa freddo, forse è il caso di mettersi sciarpa, guanti, cappello e cappotto! Ah si, le scarpe: mica posso uscire in ciabatte. Ma l’orologio l’ho preso? Fammi controllare… Cavolo, stavo scordando l’anello di fidanzamento!

……

Questo terremoto, oltre che per il grande spavento, lo ricorderemo per l’anello di fidanzamento che la mia settemesiincinta moglie ha dovuto prendere prima di scappare senza nemmeno rendersi conto del motivo.

Il terremoto è un essere decisamente maledetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.